Versace Rompe gli schemi: Difende Chiara Ferragni

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Donatella Versace difende Chiara Ferragni nel caso Balocco

Il mondo della moda si fa sentire nel caso Balocco, con Donatella Versace che si schiera apertamente a favore di Chiara Ferragni dopo la multa dell’Antitrust per promozione ingannevole di beneficenza. L’imprenditrice e la fashion influencer collaborano da anni, e la Versace ha deciso di prendere posizione commentando uno dei post di Ferragni su Instagram.

“Vorrei sapere”, scrive Donatella Versace, “di che cosa si dovrebbe scusare Chiara. Lei e Fedez hanno sempre fatto beneficenza. Era l’azienda che doveva versare il contributo. Loro sono un esempio per l’Italia e per i giovani.”

La stilista continua a difendere l’influencer sottolineando il costante impegno sociale di Chiara Ferragni e Fedez nel corso degli anni. “Elencate tutte le beneficenze che hanno fatto negli anni e chiedete a quella che si definisce ‘giornalista’ (Selvaggia Lucarelli, che ha fatto scoppiare il caso ndr) quanta beneficenza ha fatto lei.”

Donatella Versace, con fermezza, conclude il suo intervento: “Ve lo dico io: nemmeno un 1 euro. Tacete che è meglio per tutti, almeno continueremo a fare beneficenza senza dover sentire commenti di quelli che hanno fatto gli haters di professione.”

La difesa della beneficenza come valore

La posizione decisa di Donatella Versace non si limita a difendere Chiara Ferragni, ma sottolinea l’importanza della beneficenza come valore. La stilista evidenzia che la coppia Ferragni-Fedez è un esempio positivo per l’Italia e per i giovani, sottolineando che la responsabilità del versamento del contributo spetta all’azienda coinvolta.

Con un netto rifiuto delle critiche, la Versace chiude il suo intervento con un richiamo a continuare l’impegno sociale senza essere ostacolati da commenti negativi. La difesa della beneficenza come forma di impegno sociale diventa quindi il fulcro della sua reazione al caso Balocco.

Il confronto con la “giornalista” Selvaggia Lucarelli

Nel suo intervento, Donatella Versace non esita a mettere in discussione la credibilità di Selvaggia Lucarelli, la giornalista che ha portato alla luce il caso. La stilista la definisce “quella che si definisce ‘giornalista’” e la sfida pubblicamente chiedendole quanti sforzi abbia profuso in opere benefiche.

Con tono deciso, Versace accusa Lucarelli di non aver contribuito con nemmeno un euro alla beneficenza, sottolineando la differenza tra chi fa beneficenza con impegno e chi critica senza agire. Questo confronto aggiunge un elemento di controversia al caso, mettendo in luce le divergenze di opinioni e valori tra le parti coinvolte.

Conclusioni: una difesa senza compromessi

Donatella Versace si erge a difesa di Chiara Ferragni e Fedez con una dichiarazione forte e senza compromessi. La stilista non solo respinge le accuse di promozione ingannevole di beneficenza, ma promuove l’impegno sociale come un valore fondamentale. La sua posizione riflette la solidarietà nel mondo della moda e sottolinea l’importanza di concentrarsi sull’azione positiva anziché sulle critiche gratuite.

Il caso Balocco, dunque, continua a evolversi, con le figure di spicco del settore della moda che si esprimono in difesa di Chiara Ferragni e, più in generale, della beneficenza come causa nobile.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito