Un risveglio sotto morfina tra le braccia della felicità familiare: Michela Murgia racconta la sua esperienza

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Sfida della malattia: Michela Murgia racconta il suo percorso

Sono giorni difficili per Michela Murgia, la rinomata scrittrice, che sta affrontando una dura battaglia contro la malattia. La scorsa settimana è stata ricoverata in ospedale e, da quel momento, ha deciso di condividere la sua esperienza attraverso storie Instagram, mostrando coraggio e sincerità di fronte alle sfide che sta affrontando.

Un inaspettato percorso ospedaliero

Michela Murgia ha ammesso di recarsi più spesso in ospedale, spiegando che il suo corpo talvolta la sorprende con nuovi sintomi. Ha dovuto fare i conti con il respiro affannoso causato dall’eccessivo accumulo di liquido nei tessuti. Pur essendo onesta riguardo alle sue condizioni, ha affrontato tutto con spirito positivo, come dimostrato dalla citazione di Cesare de Michelis: “Posso stare meglio, ma non posso più stare ‘bene’. ‘Meglio‘ è comunque preferibile a male, quindi godetene con me”.

L’amore della famiglia queer

Nonostante la malattia al quarto stadio e i trattamenti che la rendono sempre più debole, Michela Murgia è circondata dall’amore della sua famiglia queer. Accanto a lei in questi giorni difficili, a casa, ci sono il marito Lorenzo Terenzi, con cui ha celebrato il matrimonio civile a luglio, e i due “figli dell’anima” Raphael e Riccardo. La vicinanza e l’allegria della sua famiglia sono una medicina preziosa per Michela, che trova consolazione e felicità nei loro gesti affettuosi e nella loro allegria contagiosa.

Momenti di gioia e gratitudine

In uno dei momenti condivisi nelle storie Instagram, Michela Murgia ha raccontato di essersi svegliata alle 23 sotto l’effetto della morfina, con il profumo di una carbonara che sfregiava la sua cucina. Non potendo gustare il piatto, l’ha trovato comunque motivo di gioia indicibile, poiché sapeva che i suoi cari stavano cucinando con entusiasmo. La presenza e la felicità della sua famiglia queer le hanno dato la forza di affrontare queste difficoltà con una prospettiva positiva.

Un esempio di amore e resilienza

In questi giorni complicati e delicati, Michela Murgia dimostra con il suo esempio come l’amore e l’affetto della famiglia possano essere una fonte di resilienza e gioia anche nei momenti più difficili della vita. La sua verve e il suo entusiasmo non si sono affievoliti, alimentati dal potere dell’amore che la sta avvolgendo durante questa sfida senza precedenti.

In questo percorso difficile, Michela Murgia continua a essere un’ispirazione per tutti coloro che affrontano le prove della malattia, dimostrando il valore inestimabile dell’amore familiare e dell’ottimismo. La sua storia è un richiamo a guardare al di là delle difficoltà e trovare la forza nelle persone che ci circondano, pronte ad accompagnarci con affetto in ogni passo della nostra lotta.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito