Rapina a casa Donnarumma: Bottino da mezzo milione, malviventi in fuga

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Notte di Paura a Parigi: Gianluigi Donnarumma e Compagna Aggrediti e Derubati

Una notte di terrore si è abbattuta sull’abitazione parigina del portiere italiano, Gianluigi Donnarumma, e della sua compagna, Alessia Elefante. Un gruppo di uomini ha fatto irruzione nella loro casa, immobilizzandoli e derubandoli di un bottino stimato intorno ai 500mila euro, composto da orologi, gioielli e borse di lusso. La coppia è riuscita a liberarsi solo in piena notte, quando ha chiesto aiuto per la terribile esperienza vissuta.

Fuga in Hotel e Chiamata alle Forze dell’Ordine

Secondo le fonti dei media francesi, dopo essersi liberati, Donnarumma e la sua compagna hanno trovato rifugio in un hotel di lusso nelle vicinanze. Da lì, il personale dell’albergo ha immediatamente allertato le forze dell’ordine e i soccorsi. Entrambi, ancora sotto shock, sono stati portati in ospedale per ricevere le cure necessarie. Nel frattempo, la Brigata per la repressione del banditismo (Brb) della polizia giudiziaria parigina ha avviato un’indagine approfondita sull’accaduto.

Donnarumma Ferito, ma Stabile

Fortunatamente, Gianluigi Donnarumma ha riportato solo ferite lievi, mentre la sua compagna non ha subito danni fisici. Tuttavia, l’incidente ha messo a rischio i piani futuri del portiere. Il calciatore del Paris Saint-Germain dovrebbe partire per Giappone e Corea del Sud per una serie di amichevoli estive del club, rimanendo lontano da casa fino a giovedì 3 agosto. Tuttavia, a causa degli eventi della notte precedente, la sua partenza potrebbe essere messa in discussione.

Un’Inquietante Serie di Rapine al Psg

Non è la prima volta che giocatori o ex giocatori del Paris Saint-Germain sono stati vittime di rapine. In passato, Presnel Kimpembe, Marquinhos, Thiago Silva, Angel Di Maria, Dani Alves, Eric Maxim Choupo-Moting, Sergio Rico e Mauro Icardi hanno subito simili attacchi. La presenza di malviventi nelle abitazioni di calciatori di spicco ha sollevato serie preoccupazioni sulla sicurezza degli atleti e dei loro familiari, portando a un’attenzione più rigida da parte delle autorità francesi.

La situazione rimane in evoluzione, e la speranza è che le forze dell’ordine possano individuare e arrestare rapidamente i responsabili di questo vile attacco a Gianluigi Donnarumma e Alessia Elefante, restituendo loro un senso di sicurezza nella loro stessa casa.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito