Indagine su Ferragni: Coinvolgimento in Presunte Irregolarità legate alle Uova di Pasqua e alla Bambola Trudi, Difesa Sicura della Sua Innocenza da Parte degli Avvocati

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Chiara Ferragni Indagata per Truffa Aggravata: Ulteriori Guai per l’Influencer

La celebre influencer Chiara Ferragni si trova nuovamente al centro di un’indagine giudiziaria, questa volta con l’accusa di truffa aggravata. La situazione si complica ulteriormente a causa di presunte irregolarità legate a un’operazione di beneficenza con Balocco, alle uova di Pasqua con il suo marchio per Dolci Preziosi e alla collaborazione per la produzione di una bambola con Trudi, lanciata nel 2019.

Svolgimento dell’Indagine e Disputa sulla Competenza Territoriale

Il 18 gennaio scorso, la Procura milanese ha iscritto Chiara Ferragni nel registro degli indagati con l’accusa di truffa aggravata. L’atto è stato presentato alla Procura generale della Cassazione, la quale dovrà decidere sulla competenza territoriale dell’inchiesta tra Milano e Cuneo. La procura di Cuneo reclama la competenza territoriale sul caso del dolce natalizio, mentre i magistrati milanesi sostengono la continuità tra le presunte truffe e la necessità che l’intero fascicolo rimanga a Milano. La pronuncia del procuratore generale della Cassazione è attesa a breve.

Il Coinvolgimento della Bambola Trudi e il Parallelismo con Altre Vicende

La vicenda della bambola Trudi era già sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati da alcune settimane. Sembra che Ferragni abbia seguito lo stesso schema utilizzato per il pandoro Pink Christmas di Balocco e le uova di Pasqua di Dolci Preziosi: la vendita di un prodotto al fine di finanziare iniziative contro il cyberbullismo e l’omofobia.

La Difesa di Chiara Ferragni

Gli avvocati della Ferragni, Giuseppe Iannaccone e Marcello Bana, si esprimono sulla vicenda dichiarando: “Una volta che il procuratore generale presso la Cassazione avrà individuato il pubblico ministero territorialmente competente, chiariremo al designato magistrato ogni aspetto delle tre vicende”. Ribadiscono la totale certezza dell’innocenza di Chiara e la fiducia che emergerà chiaramente dalle indagini in corso. Nel comunicato, auspichiano che il clima mediatico che ha caratterizzato la vicenda si rassereni, sottolineando la volontà di affrontare con fiducia il confronto con l’autorità giudiziaria.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito