Ecco i Voti! Valutazioni della Prima Serata di Sanremo 2024

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Il Festival di Sanremo 2024: Una Maratona Musicale Indimenticabile

La 74esima edizione del Festival di Sanremo ha preso il via con grande entusiasmo, inaugurata dal talentuoso Marco Mengoni, annunciando con fervore l’arrivo di 30 nuove canzoni. È stata un’emozionante maratona musicale condotta con maestria da Amadeus, senza distrazioni dalla competizione, se non qualche sorpresa ben accolta e qualche omaggio doveroso.

Marco Mengoni: Uno Showman Nato

Marco Mengoni ha dimostrato il suo coraggio esibendosi da solo sul palco, vestendo per la prima volta i panni di conduttore. Con pochi blocchi è riuscito a trasformarsi in uno showman versatile, capace di destreggiarsi tra gag e momenti più seri con naturalezza e spontaneità. La sua performance è stata impeccabile, confermando ancora una volta il suo talento poliedrico e la sua presenza carismatica.

Clara: Un Diamante Grezzo da Sviluppare

Clara ha mostrato precisione vocale, ma la sua presenza sul palco risulta ancora acerba. Il brano proposto non spicca particolarmente, ma lascia intravedere un potenziale da sviluppare nelle prossime esibizioni.

Sangiovanni: Maturità Senza Scintilla

Sangiovanni, pur apparendo più maturo nel look, ha deluso con una performance meno brillante e originale rispetto al passato. Il suo stile vivace sembra essersi smorzato, mancando quell’energia che lo contraddistingueva.

Fiorella Mannoia: Un’eccellenza della Musica Italiana

Fiorella Mannoia ha incantato con la sua interpretazione magistrale, vestendo i panni di una “sposa” della musica italiana. La sua esibizione è stata un gioiello di cantautorato, dimostrando ancora una volta il suo talento indiscusso.

La Sad: Sorprende e Convince

La Sad ha stupito con una performance che ha strizzato l’occhio al panorama musicale italiano, riuscendo a convincere nonostante le aspettative diverse. La loro iniziativa di lanciare un appello importante per la prevenzione al suicidio ha aggiunto profondità alla loro esibizione.

Irama: Potenza Vocale Inconfondibile

Irama ha impressionato con la sua potenza vocale, anche se a tratti sembra lottare con la chiarezza delle parole. Il suo brano, uno dei pochi tipicamente “sanremesi” di questa edizione, ha emozionato e confermato la sua abilità come poeta della musica.

Ghali: Sfavillante ma non al Meglio

Ghali ha dominato il palco con la sua presenza magnetica, anche se il suo brano non si è rivelato tra i migliori della sua carriera. La sua esibizione, sebbene di impatto, ha lasciato qualche aspettativa non soddisfatta.

Negramaro: Fuoriclasse Incontestabili

I Negramaro hanno dimostrato di essere fuoriclasse, regalando al pubblico una performance profonda e potente. La loro canzone è stata impreziosita dalla voce unica di Giuliano Sangiorgi, creando un momento magico.

Annalisa: Energia e Magnetismo

Annalisa si è confermata come una performer impeccabile, incantando il pubblico con la sua energia e il suo magnetismo. Il suo brano è già un tormentone, confermandola come la voce femminile più bella della competizione.

Mahmood: L’Imperatore dell’Ariston

Mahmood ha dimostrato ancora una volta il suo talento indiscusso a Sanremo, anche se quest’anno la vittoria potrebbe essere più difficile. La sua presenza sul palco è sempre una garanzia di qualità e coinvolgimento.

Diodato: Un Ritorno Diverso

Diodato ha proposto una classica ballata d’amore, distante dal successo di “Rumore” ma comunque valida. Sebbene non sia la sua edizione migliore, ha confermato la sua abilità artistica.

Loredana Bertè: La Regina del Rock

Loredana Bertè ha dato una lezione di rock sul palco, dimostrando la sua indiscussa grandezza. La sua esibizione è stata una botta di energia che ha risvegliato chiunque fosse sul punto di mollare.

Geolier: Esuberanza Napoletana

Geolier ha portato sull’Ariston un’atmosfera esuberante e scanzonata, conquistando l’attenzione con una performance che non passa inosservata. Il loro stile è unico e coinvolgente, anche se richiede un po’ più di tempo per essere compreso appieno.

Alessandra Amoroso: Eleganza e Emozione

Alessandra Amoroso ha fatto il suo esordio con eleganza e emozione, regalando al pubblico un’interpretazione disarmante. Il suo brano introspettivo ha toccato il cuore di chiunque l’abbia ascoltato.

The Kolors: Allegria e Spensieratezza

I The Kolors hanno portato allegria e spensieratezza sul palco con la loro performance dance. Sebbene non sia un capolavoro, il loro brano promette di diventare un tormentone radiofonico.

Angelina Mango: Una Rivelazione Musicale

Angelina Mango ha stupito con la sua performance eclettica, dimostrando di essere una rivelazione musicale da tenere d’occhio. La sua interpretazione è stata originale e coinvolgente, confermando il suo talento poliedrico.

Il Volo: Tra Bel Canto e Pop

Il Volo ha combinato il bel canto con il pop, dimostrando ancora una volta la loro versatilità. Nonostante siano passati anni dal successo di “Grande Amore”, hanno confermato la loro abilità nel conquistare il pubblico.

Big Mama: Originalità Femminile nel Rap

Big Mama ha proposto un rap femminile decisamente originale, mettendo in mostra la sua voce unica. Nonostante qualche piccola incertezza, la sua esibizione ha guadagnato in autenticità e umanità.

Ricchi e Poveri: Nostalgia Mal Riposta

Ricchi e Poveri hanno deluso con un’operazione nostalgia che non è riuscita a cogliere l’essenza delle loro hit passate. Il loro tentativo di rispolverare vecchi successi è apparso goffo e poco convincente.

Emma: Un’Esplosione di Energia

Emma ha incantato con il suo brano “Apnea”, regalando al pubblico un’esplosione di energia e passione. La sua performance è stata un duro colpo per i cuori sensibili, confermando la sua presenza magnetica sul palco.

Renga e Nek: Una Performance Deludente

Renga e Nek hanno deluso con una performance poco convincente, basata più su vocalizzi che su contenuti significativi. Il loro tentativo di mescolare il bel canto con il pop non è riuscito a cogliere l’attenzione del pubblico.

Mr Rain: Effetti Speciali Ma Poco Contenuto

Mr Rain ha proposto una performance ricca di effetti speciali, ma il suo brano ha faticato a emergere per contenuti significativi. Sebbene abbia tentato di stupire con la sua presenza scenica, il pezzo è risultato anonimo.

Bnkr44: Una Delusione Casuale

Bnkr44 ha deluso con una performance che è sembrata casuale e poco curata, sia nell’aspetto che nel contenuto. La sua esibizione è stata poco convincente e ha mancato di impatto.

Gazzelle: Un Esordio Perfetto

Gazzelle ha fatto il suo esordio con una performance impeccabile, conquistando il pubblico con una canzone d’amore dalle sonorità indie. Il suo stile è fresco e coinvolgente, promettendo di diventare la colonna sonora di molte storie d’amore.

Dargen D’Amico: Musica e Impegno Sociale

Dargen D’Amico ha proposto una performance che ha unito musica e impegno sociale, sollevando importanti tematiche come la guerra in Palestina. La sua iniziativa coraggiosa ha aggiunto profondità alla sua esibizione.

Rose Villain: Originalità e Potenza

Rose Villain ha conquistato il pubblico con la sua originalità e potenza vocale, regalando una performance che è stata una vera e propria bomba di energia. Il suo stile unico e la sua presenza magnetica hanno reso la sua esibizione indimenticabile.

Santi Francesi: Una Piacevole Sorpresa

Santi Francesi hanno sorpreso positivamente con una performance che è stata una bella scoperta del Festival di Sanremo Giovani. Peccato per qualche scelta discutibile nel look, che ha distolto l’attenzione dal loro talento musicale.

Fred De Palma: Una Canzone Superflua

Fred De Palma ha proposto una canzone che è sembrata superflua e poco memorabile, soprattutto in un contesto così importante come il Festival di Sanremo. La sua esibizione ha lasciato il pubblico con un senso di insoddisfazione.

Maninni: Semplicità ed Emozione

Maninni ha regalato al pubblico una performance semplice ma emozionante, che ricorda le colonne sonore dei film italiani più amati. La sua esibizione è stata un grande classico, senza fronzoli ma ricca di sentimento.

Alfa: Energia Contagiosa

Alfa ha portato sul palco un’energia contagiosa che ha coinvolto il pubblico, nonostante qualche limitazione nel canto. La sua presenza è stata travolgente e promette di conquistare anche i cuori più restii.

Il Tre: Un Tentativo Fallito

Il Tre ha proposto una performance che sembra promettere molto sulla carta, ma che ha deluso sul palco. Sebbene abbia cercato di coniugare fragilità e poesia, il risultato è apparso poco convincente e poco memorabile.

Con questa valutazione, emerge chiaramente la varietà e la qualità delle proposte presentate al Festival di Sanremo 2024, confermando ancora una volta il suo ruolo centrale nella musica italiana.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito