Diaco racconta la sua battaglia contro la depressione

Da non perdere

WhatsApp
Facebook

Diaco: Dal passato tragico all’amore per Alessio Orsingher

Il conduttore televisivo Pierluigi Diaco si è aperto a cuore aperto sul suo passato in un’intervista al Corriere della Sera, affrontando temi come la morte del padre, il rapporto con sua madre e le tre sorelle, le droghe, la depressione e il suo amore per il marito Alessio Orsingher, oltre al desiderio di diventare padre.

La perdita del padre e l’importanza del legame familiare

Diaco ha raccontato di aver perso suo padre quando era solo un bambino di 5 anni, a causa di un infarto. Dopo quella tragedia, è stato circondato da sua madre e dalle sue tre sorelle maggiori, che hanno formato la sua rete affettiva. Sono cresciuto con grande premura, attenzione, rigore e disciplina grazie a loro.

Superando le droghe e affrontando la depressione

Il conduttore ha affrontato senza filtri il periodo oscuro della sua vita legato all’uso di droghe, ma ha sottolineato che quel capitolo è ormai appartenente al passato. Ciò che ha dovuto affrontare veramente è stata la depressione, che lo ha portato a lasciare il suo lavoro a SkyTg24. Nonostante le perplessità di Emilio Carelli e Tom Mockridge, Diaco ha preso questa decisione a causa di un grande senso di vuoto e del desiderio di non voler più vivere. Ha ricevuto aiuto da professionisti e ha dimostrato una grande volontà di mettersi in discussione, trovando un percorso di cura che combinava terapia farmacologica e ginnastica intellettuale.

L’amore per Alessio Orsingher e il desiderio di paternità

L’incontro con il suo compagno, Alessio Orsingher, è stato un punto di svolta nella vita di Diaco. Nel 2017 si sono uniti civilmente, e ora sono pronti a compiere un passo ancora più importante. Nonostante non possano diventare genitori biologici, Diaco ha affermato di amare i bambini e di voler adottare un figlio insieme a Orsingher se ci fosse una legge che lo permettesse. Tuttavia, ha sottolineato che non basta solo una legge, ma serve anche un processo culturale condiviso per realizzare il loro desiderio.

Potrebbe Interessarti

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui 

Cosa aspetti? Condividilo con i tuoi amici

+1500 persone hanno condiviso questo articolo.

WhatsApp
Facebook

Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni giorno pubblichiamo fantastiche novità esclusive.. iscriviti per rimanere aggiornato.

0 +

Iscritti Felici

0 +

Articoli sul sito